CORO “I MUSICI CANTORI”

L’associazione corale “I musici cantori” di Trento, con sede a Cognola, raduna ventiquattro coristi provenienti non solo dal capoluogo, ma anche dalla Vallagarina, dalla Rotaliana, dall’altopiano di Pinè e dal Primiero.

Dal 2013 la direzione è affidata al giovane maestro e compositore Mattia Culmone, presenza determinante per la crescita artistica del coro, in considerazione della particolare cura rivolta al perfezionamento della tecnica vocale e della scelta di un repertorio sacro e profano decisamente variegato, che include brani tradizionali e popolari ma anche pezzi ricercati e più sofisticati.

In questi ultimi anni, l’associazione ha definito una propria “mission” che va ben oltre le soddisfazioni raccolte in ambito strettamente musicale, frutto di un approfondimento continuo e della scelta di un repertorio volto a soddisfare l’eterogeneità di un pubblico crescente.

E’ ormai divenuto una costante, infatti, l’impegno nei confronti di associazioni che operano sul territorio, per lo più nell’ambito del volontariato sociale.

I “Musici cantori”, attraverso la musica, hanno avvicinato e fatto conoscere alla cittadinanza realtà come LIFC (Lega Italiana Fibrosi Cistica), ARCA (Associazione per la ricerca sui disturbi), “BANCO ALIMENTARE”, “ESTUARIO” (associazione per il sostegno e il mutuo aiuto nel disagio psichico), LILT (Lega Italiana Lotta contro i Tumori), AIDO (Associazione Italiana Donatori Organi), CINFORMI, (Centro informativo per l'immigrazione), MENSA DELLA PROVVIDENZA (convento dei Cappuccini), Cooperativa “LA BUSSOLA” (accoglienza bambini stranieri), AMU (progetto di ricostruzione post bellica in Siria).

La formazione ha inoltre dato vita ad un’interessante collaborazione con alcuni Licei della Provincia, coinvolgendo gli studenti nella stesura di testi a commento di opere artistiche e brani musicali eseguiti dal coro (progetto “Leonardo Da Vinci”).

Tre gli appuntamenti annuali tradizionali: il concerto natalizio a “Casa Serena” (residenza per persone con handicap fisico e psichico), il concerto solidale pro LIFC e il concerto per il solstizio d’estate presso Villa “Mirabel” De Nardis, sempre a Cognola, evento ormai atteso dal pubblico e che, nelle recenti edizioni ha richiamato, dalla collina e dalla città, circa centocinquanta persone a serata.

Grazie alle offerte raccolte in quattro concerti di musica sacra nella primavera 2018, il coro sta finanziando un biennio calcistico a tre bambini, figli di famiglie straniere, inseriti nella cooperativa “La Bussola” di Villazzano3: un progetto di inclusione del quale i Musici sono stati promotori,  incontrando pareri molto favorevoli tra il pubblico e ottenendo già buoni risultati tra i piccoli utenti. E’, infatti, questo, un progetto inteso a prevenire o, comunque, a limitare e possibilmente a rimuovere il disagio sociale, favorendo una migliore integrazione attraverso il mondo dello sport, realtà aggregante, stimolante e formativa per qualsiasi giovane.

Con la stessa motivazione, sempre presso la cooperativa “La Bussola”, il coro ha avviato e sta portando avanti  con entusiasmo – a titolo di volontariato - un corso di canto e ritmica rivolto ai bambini più piccoli.

Tappe significative per la formazione, i due “Giornale radio della storia” proposti con successo in collaborazione con il giornalista Alberto Folgheraiter, uno sul tema dell’emigrazione trentina dall’Ottocento in poi e l’altro come momento rievocativo dell’alluvione del ’66.